Ricetta degli arancini al ragù: 5 passi per renderla indimenticabile.

    Sei sicuro di conoscere davvero gli arancini al ragù? Lo so: ormai li trovi in tanti posti anche a Torino. Ma hai mai provato il gusto dell’autentica ricetta siciliana?

    Facciamo una cosa: prova a verificare tu stesso. Oggi parliamo della nostra scelta di offrirti un prodotto figlio della più originale tradizione catanese.

    La preparazione degli arancini (anzi “le arancine”, detta alla siciliana) passa per alcuni momenti fondamentali: un vero e proprio cammino verso il godimento del palato.

    Esagerato?

    Forse, ma che devo dire? Io non riesco mai a fermarmi al primo. E se pensi che sia perchè li cucino e me li mangio gratis, hai ragione. 🙂

    Ma anche tu li trovi a 2,50 ciascuno! Che vuoi che sia? 😀

    Quindi eccoti i 5 passi fondamentali per realizzare la vera ricetta degli arancini al ragù:

    1 – La preparazione del ragù. Prendi dell’olio, una carota, una cipolla e un gambo di sedano. Fai soffriggere lentamente finché non scuriscono. Poi aggiungi mezzo chilo di macinato di maiale e vitello, ed aspetta che rosoli per bene. Aggiungi la passata di pomodoro e, dopo aver fatto ulteriormente rosolare, metti anche i chiodi di garofano. Allunga con acqua e brodo vegetale; completa con sale e pepe. Lascia cuocere a fuoco lento finché non rimane asciutto e ben rosolato.

    2 – Il riso. Fai cuocere il riso per nove minuti e poi scolalo. Mentre è ancora caldo, aggiungi burro, parmigiano e zafferano. Mescola bene e lascia da parte. Quando il riso è freddo aggiungi due tuorli d’uovo e poi ancora un uovo intero. Gli albumi messi da parte li sbatti un po’ in attesa del momento di impanare gli arancini.

    3 – L’arancino. A questo punto inumidisci le mani, prendi il riso e crea una piccola conca con il palmo della mano. Metti un cucchiaio di ragù, un dadino di formaggio Primosale o Caciocavallo, e ricopri con un altro po’ di riso. È il momento di tirar fuori la tua abilità: crea la forma dell’arancino e scegli se farlo tondo o leggermente ovale.

    4 – L’impanatura. Passa l’arancino nella farina e poi immergilo nell’uovo e nel pan grattato. Compatta tutto per bene e tieniti pronto per friggere!

    5 – La frittura. Prendi dell’olio extra vergine di oliva e versalo in una padella molto alta o in un tegame. Quando arriva a 60 gradi puoi buttare gli arancini e farli friggere a piacimento.

    Questi i segreti della vera ricetta degli arancini al ragù. C’è un ultimo ingrediente però: la passione! Divertiti mentre li cucini e goditi la preparazione così come li assapori mentre mangi.

    Ma soprattutto vieni a provarli da Cinepizza! L’autentica tradizione siciliana te la serviamo sia a pranzo che a cena.

    Ti aspettiamo!

    Leave a Reply